LIFE TIB


Documentario Vive solo chi si muove! 30min | ITA | 2015 | 16:9

14 marzo 2022 - MONITORAGGI

MONITORAGGI POST LIFE TIB: EFFETTI POSITIVI SUGLI ANFIBI

Pubblicate le relazioni di monitoraggio sugli effetti a medio termine del LIFE TIB, consultabili a questo link. Le fototrappole rilevano il transito di esemplari, mentre sul territorio si registra la presenza di numerose specie target.

rospo comune, coppia Buone notizie per le specie di anfibi interessate dalle azioni del LIFE TIB: il monitoraggio effettuato a 4 anni di distanza dagli ultimi rilievi ha rilevato gli effetti positivi degli interventi realizzati nel corso del Progetto. La maggior parte delle zone prese in esame ha registrato infatti la presenza di numerose specie di anfibi, in particolare durante il periodo riproduttivo, quando gli animali si spostano dal bosco verso gli stagni per riprodursi. Sono state qui notate presenze massicce sia di ovature sia di girini. Tutte le fototrappole posizionate nei passaggi hanno inoltre rilevato il transito di esemplari, soprattutto per quanto riguarda il rospo. I monitoraggi svolti nell’ambito delle attività post-LIFE sulle specie target confermano così l’efficacia delle azioni del LIFE TIB, registrando un aumento progressivo del numero di specie e di esemplari che si avvantaggiano degli interventi portati avanti sul territorio per favorire la connettività ecologica, garantendo alle specie la possibilità di muoversi con meno rischi.

14 marzo 2022- MONITORAGGI

MONITORAGGI POST LIFE TIB: I RISULTATI SUI MAMMIFERI E L’AVIFAUNA

Pubblicate le relazioni di monitoraggio sugli effetti a medio termine del LIFE TIB, consultabili a questi link:
relazione sui mammiferi
relazione sull'avifauna

varchi Continuiamo ad analizzare i risultati dei monitoraggi post-LIFE sulle specie target del LIFE TIB, concentrandoci su mammiferi e uccelli. A cinque anni dalla chiusura del Progetto, i monitoraggi post-Life che hanno riguardato le specie target di mammiferi hanno rilevato un considerevole aumento delle specie e degli esemplari avvantaggiati dalle opere di deframmentazione legate al LIFE TIB. Le infrastrutture realizzate dal progetto sono state utilizzate ripetutamente, con effetti potenzialmente positivi sulla conservazione delle specie. In particolare, nel corso dei primi monitoraggi i dispositivi di ripresa hanno registrato 985 passaggi, per un totale di oltre 13 differenti specie di mammiferi selvatici registrate. Una particolare tecnica di monitoraggio ha inoltre permesso di provare i passaggi di un numero minimo di 6 specie di mammiferi selvatici nei due sottopassi indagati. Per quanto riguarda l’avifauna, le analisi condotte hanno evidenziato come le variazioni nella frequenza delle specie tra aree di intervento e aree di controllo siano, in questa fase di monitoraggio, ancora statisticamente poco significative. Per vedere gli effetti di questi interventi occorre più tempo. Il piano di campionamento è stato esteso a 32 stazioni di rilevamento dei nidificanti e ripetuto due volte nel corso della stagione riproduttiva del 2020. Questa estensione dei rilevamenti ha reso più utile ed approfondito il confronto tra le aree di controllo e quelle direttamente interessate dagli interventi.

14 marzo 2022- MONITORAGGI

MONITORAGGI POST LIFE TIB: LE SPECIE ESOTICHE

Pubblicate le relazioni di monitoraggio sugli effetti a medio termine del LIFE TIB, consultabili a questo link. Due specie vegetali esotiche vengono tenute sotto controllo grazie ad interventi mirati

varchi Nell’ambito dei monitoraggi a medio termine successivi alla chiusura del LIFE TIB, un capitolo a parte meritano le specie esotiche vegetali e gli interventi messi in atto per contrastare la loro diffusione. In seguito alle verifiche, si è rilevato innanzitutto come nel corso del 2020 i nuclei di fior di loto asiatico (Nelumbo nucifera) precedentemente registrati siano scomparsi. Il permanere di questa specie esotica dipendeva probabilmente da alcune piccole piante che erano sfuggite agli interventi di sfalcio, data la loro posizione marginale sulla riva dei canali della Riserva Palude Brabbia. È stata poi rilevata l’efficacia degli interventi contro la diffusione in acqua della porracchia a fiori grandi (Ludwigia hexapetala), una specie esotica nativa del Sud America presente nel Lago di Varese. Questa specie risulta al momento controllabile nella sua diffusione, seppur di difficile eradicazione: esistono infatti ancora nuclei puntiformi di porracchia, soprattutto terrestri, ma la sua ricrescita in acqua sembra al momento quasi nulla.

14 marzo 2022- MONITORAGGI

MONITORAGGI POST LIFE TIB: IL RUOLO DEL LEGNO MORTO

Pubblicate le relazioni di monitoraggio sugli effetti a medio termine del LIFE TIB, consultabili a questo link. Robinia e quercia rossa sono al centro degli interventi.

varchi Un ultimo punto importante tra i risultati dei monitoraggi post-LIFE relativi al LIFE TIB riguarda le necromasse legnose, la quantità di legno morto. Al loro stato originario, infatti, le foreste europee contenevano una gran quantità di legno morto, derivato da piante deperite per malattia o cadute a terra. Questo legno è estremamente utile per la sopravvivenza di moltissime specie: insetti, uccelli e pipistrelli, tra gli altri, trovano rifugio o nutrimento nelle piante in via di decomposizione. Per questo, il progetto LIFE TIB si è proposto di accelerare il processo di invecchiamento e decadimento di alcune specie vegetali alloctone, in modo da arrivare a ricostituire un habitat più accogliente per la biodiversità.

 

    ultimo aggiornamento:
14 marzo 2022
 
redazione e realizzazione web: Marco Tessaro